Come trovare le scarpe coi tacchi che si adattino bene alle vostre gambe

Individuare le scarpe con i tacchi più adatte alle proprie gambe può rivelarsi un compito piuttosto proibitivo: può capitare, infatti, di trovare dei modelli perfetti dal punto di vista estetico ma troppo scomodi, o – viceversa – delle calzature che garantiscono il massimo del comfort ma che non si abbinano con il resto del corpo. Quali sono, allora, i segreti da adottare? Una parola chiave, in questo senso, è “stabilità”: il consiglio, insomma, è quello di puntare su soluzioni che assicurino la maggiore stabilità possibile. Non si deve pensare che essa dipenda solo dall’altezza del tacco, in quanto sono numerosi i fattori influenti in questo senso: per esempio il puntale, ma anche la suola.



Una suola in plastica dura o in legno, infatti, è di solito più scomoda, poiché è più rigida, rispetto a una in gomma o in cuoio: si tratta di un aspetto che non può essere sottovalutato. Chiaramente, tanto più le scarpe con i tacchi offrono stabilità, quanto più mettono in risalto le gambe, al di là del fatto che si indossino dei pantaloni, una gonna o una minigonna. Una donna che cammina con difficoltà o che comunque si mostra insicura sui tacchi è tutto tranne che sensuale.

Un altro elemento che va valutato è l’arco della scarpa: non tutti sono disegnati in maniera corretta, il che vuol dire che non tutti sono in grado di adattarsi alla forma del piede come si deve, con tutto ciò che ne consegue sul piano dell’equilibrio. Per riconoscere un arco disegnato male è sufficiente verificare la sua conformazione: il piano inclinato verticale inizia dal punto in cui l’avampiede finisce per giungere fino alla parte posteriore del tallone, il che vuol dire che il piede viene fatto scivolare di continuo in avanti, anche perché l’arco plantare non è sostenuto a dovere. Facile immaginare che, in un caso del genere, le gambe sembrano più tozze di quanto in realtà non siano.

Tra gli altri consigli da tenere a mente per la scelta delle scarpe con i tacchi in funzione dell’aspetto delle gambe, è bene sapere che coloro che hanno le caviglie grosse dovrebbero fare a meno delle calzature che presentano un cinturino proprio all’altezza delle caviglie, dovendo prediligere scarpe aperte sui talloni. Diverso è il caso di chi ha le caviglie sottili: in una circostanza del genere, infatti, il cinturino è decisamente consigliato. Se si ha la necessità di far apparire le gambe più snelle e più lunghe, vale la pena di puntare sulle scarpe con i tacchi appuntite, magari aperte sul davanti e color nude.

Per le ragazze e per le donne con una costituzione abbastanza robusta, i tacchi su cui puntare sono quelli grossi, che hanno il pregio di garantire una resa proporzionata e all’insegna dell’equilibrio; d’altro canto, coloro che possono vantare una corporatura snella hanno l’opportunità di osare con tacchi a spillo, o comunque stretti, specialmente se abbinati con abiti molto aderenti. Da ricordare, in conclusione, che le gambe possono apparire intozzite se si indossano delle scarpe con i tacchi caratterizzate da un cinturino a forma di T.